Nerve - Recensione Film



Vee, studentessa del liceo, si è sempre tenuta distante dalle persone più popolari della scuola. Per uscire dalla sua routine, la giovane partecipa a Nerve, un gioco online che rappresenta una versione più provocatoria del classico "obbligo o verità", in cui sono presenti un gruppo di "osservatori" che votano i loro preferiti e commentano ciò che accade. Vee diventa un vero e proprio fenomeno scalando la classifica dei migliori giocatori fino a quando, arrivando nei livelli più alti, scopre che il gioco diventa qualcosa di diverso, che pone i giocatori in situazioni di vita o di morte.

Nerve, film del 2016 tratto dal romanzo omonimo di Jeanne Ryan, è diretto da Ariel Shulman e Henry Joost (Paranormal Activity 3 e 4, Catfish) e ha come protagonisti Emma Roberts (nipote della zia Julia), Dave Franco (fratello di James), Miles Heizer, Juliette Lewis, Machine Gun Kelly e Emily Meade.


Lo scopo della pellicola è quello di intrattenere e di insegnare, e lo fa bene. E proprio perché il suo scopo è insegnare, il film è soprattutto rivolto ai giovani (basti pensare alla componente teen che aleggia per tutto il film). Nerve, sulla scia di Black Mirror, serie TV che ci piace tanto, muove delle critiche alla tecnologia odierna e al web in particolare, spingendo lo spettatore a chiedersi quanto possa essere pericoloso ma anche quanto può essere altrettanto pericolosa la voglia di apparire servendosi di esso.

Il film procede bene, soprattutto grazie ai protagonisti Vee e Ian (che sia questo il suo vero nome?) interpretati da Emma Roberts e Dave Franco, che assieme formano una squadra perfetta. Forse il tema del film, la pericolosità della tecnologia e del web, poteva essere trattato meglio, essere più duro e tagliente. Ma pensiamoci: se lo fosse stato, avremmo avuto un prodotto praticamente uguale a Black Mirror, e quindi va bene così.


Se proprio dobbiamo trovare un neo al film, è che perde un po' nel finale. Dopo un lavoro stupendo nella prima parte del film, nella seconda parte va troppo spedito verso il finale, come se avesse fretta. Ciò non toglie che è un film assolutamente da vedere, per tematiche e per modo di intrattenere. Un film che vale pienamente il valore del biglietto.



Commenti

  1. Complimenti per il contenuto,spiegazione esaustiva e dettagliata.

    RispondiElimina

Posta un commento